La nascita di un blog

Ok questo è il primo articolo, devo trovare qualcosa di stimolante, di frizzante, che piaccia a tutti… oh ecco dove avevo messo la Coca Cola, ora scriviamo l’articolo.

Nasce qui un blog, senza pretese, un blog che non si prefissa di arrivare da nessuna parte, addirittura ogni frase da cui è composto non è sicura di arrivare fino al punto incolume.

Magari il titolo e quest’immagine sembrerebbero suggerire un sito che parla di orrori/film horror/storie spaventose/imprese di pulizie, ma non è così, perché vedete, così come in buco nero si può urlare di tutto senza rancore,  nel mio blog posso parlare di quello che mi pare e piace, come Dio con il mese di Marzo, anch’io in questo spazio mi diverto a fare il bello e il cattivo tempo, mi potrei addirittura mettere a parlare del niente… e ne avrei di cose da dire sul Niente, il Niente con la maiuscola ovviamente: il vuoto, lo zero, la non essenza, l’assenza, tutte quello che non è né prima, né durante, né dopo, né tra, né “di a da in con su per tra fra”, potrei dire che nessuno possiede il Niente e il Niente non possiede nessuno,  e quindi niente, ma ora sto divagando.

Pertanto se in futuro dovessi sentire il bisogno di parlare di mucche allorà parlerò di mucche, se volessi parlare di filosofia parlerò di filosofia, se volessi parlare di quella volta che ho fatto i miei bisogni sulle scarpe di qualcun altro… insomma non venite qua sperando di trovare i Back Street Boys.

So che un blog per avere successo dovrebbe parlare di qualcosa, avere degli argomenti di interesse comune o semplicemente donne che raccontano le loro storie sessuali ma, come ho già spiegato prima, questo è un blog senza pretese e senza prolunghe, non sono molto bravo a scrivere, per questo uso la tastiera, c’ho una calligrafia orribile, pur tuttavia sto scrivendo e un qualunque Pinco Pallino nell’universo potrebbe entrare in questo sito e leggere quello che vede scritto, potrebbe anche interpretare male le mie affermazioni o addirittura non apprezzare il mio operato, conscio di tutto ciò deduco che Pinco Pallino è un pirla che invece di leggere dovrebbe zapparsi i piedi, ma continuerò a scrivere lo stesso, accidenti che frase lunga dovrò mettercelo un punto prima o. Poi. Magari la prossima volta non lo metterò tra il prima e il poi.

Arrivati a questo punto cosa vi resta tra le mani? Niente, ma qui la maiuscola è solo d’obbligo, non avrete mai il Niente.

Ps: Pinco Pallino se ti prendo ti ramazzo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Presentazioni e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a La nascita di un blog

  1. Pinco Pallino ha detto:

    Sto interpretando male le tue affermazioni, pertanto credo che non apprezzerò il tuo operato.

  2. HaruhiS89 ha detto:

    Splendido esordio. Hai tutta la mia stima. 😉

  3. teletubby ha detto:

    È appena iniziata la tua scalata verso la top ten dei miei idoli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...